News


Anagrafe Canina Regionale  

L’anagrafe canina regionale serve a registrare la popolazione canina, felina e i furetti, identificati, presente sul territorio della Lombardia, contestualmente ai dati del proprietario.
Serve a garantire la proprietà e la restituzione degli animali smarriti ai legittimi proprietari.
Il proprietario o il detentore, compreso il commerciante e l’allevatore, deve provvedere all’iscrizione del proprio cane in anagrafe entro trenta giorni dalla nascita o entro quindici giorni dal momento in cui ne entra in possesso (art. 109 della legge regionale 33/2009). Chi non l’avesse ancora fatto, deve provvedere al più presto.

Per gli altri animali d’affezione l’iscrizione è obbligatoria solo in caso di espatrio.
L’animale viene identificato con un “microchip”, che viene applicato dal Medico Veterinario per via sottocutanea sul lato sinistro del collo, in modo rapido, innocuo e indolore.
Il microchip è contenuto in una capsula di pochi millimetri e contiene un numero di identificazione che viene rilevato mediante uno strumento denominato “lettore”. Dopo aver applicato il microchip il Medico Veterinario registra nell’anagrafe canina il numero del microchip, i dati segnaletici dell’animale e i dati relativi al proprietario. Al proprietario viene consegnato un certificato di iscrizione ufficiale.
L’iscrizione all’anagrafe dei cani, oltre che essere utile per il proprietario, è un obbligo di legge.

Se il cane è già tatuato, il proprietario deve recarsi con il cane o con un certificato di un veterinario che attesti la lettura del tatuaggio, presso il Dipartimento di Prevenzione Veterinario dell’ASL, oppure presso un Medico Veterinario libero professionista accreditato, munito di documento di identità e codice fiscale ed eventuali documenti che comprovino la proprietà dell’animale
E’ obbligatorio recarsi al Dipartimento di Prevenzione Veterinario dell’ASL o presso un Medico Veterinario libero professionista accreditato o presso il proprio Comune di residenza per segnalare, entro quindici giorni eventuali variazioni di proprietà, cambio di residenza o decesso dell’animale.

Per recarsi all’estero con il proprio animale, il proprietario deve presentarsi per tempo presso Dipartimento di Prevenzione Veterinario dell’ASL con un certificato d’iscrizione all’anagrafe ed il certificato di vaccinazione anti rabbica in corso di validità e richiedere l’emissione del passaporto.
E utile comunque accertarsi presso il consolato dello stato in cui ci si reca per verificare ulteriori disposizioni sanitarie in vigore.
In caso di smarrimento del passaporto è necessario sporgere denuncia ai Carabinieri e successivamente sarà possibile richiederne il duplicato.

Il passaporto non ha scadenza ma per potersi recare all’estero bisogna che la vaccinazione anti rabbica sia in corso di validità e sia stata riportata sul passaporto dal Veterinario che l’ha eseguita.
Non è necessario dotarsi di passaporto qualora non si intenda andare all’estero con il proprio animale.

In caso di smarrimento del proprio animale d’affezione il proprietario deve sporgere denuncia alla Polizia Locale o presso Dipartimento di Prevenzione Veterinario dell’ASL oppure da un Medico Veterinario libero professionista accreditato all’accesso alla Banca Dati degli Animali d’Affezione.



Clinica Veterinaria Luvinate dei Dottori Zanetti VA367 e Coni VA383 - Dir. San.: Dr. Corrado Zanetti VA367
Via Vittorio Veneto, 12/14 - 21020 Luvinate (VA) - Tel. 0332 220092 - Part.IVA e Cod. Fisc. 02561970126
Informativa cookie - Informativa Privacy
Management by Kreattiva - Webmaster